Nord di Fuerteventura

Se volete visitare Fuerteventura potrete organizzare la vostra escursione in due giornate, una la dedicate a girare tra le splendide spiagge del nord e l'altra potete dedicarla a visitare i paesini e le stradine dell'entroterra e le lunghe spiagge del sud...  

Indispensabile quindi solo la macchina e una cartina che vi aiuterà a orientarvi meglio nell'entroterra e a scegliere le spiagge da visitare. Non dimenticate la macchina fotografica!

Il nostro consiglio è di organizzare il tour lasciando come ultima tappa la costa ovest, per godervi il tramonto sul mare. Se arrivate dal sud sulla strada principale che porta al nord, poco prima di arrivare a Corralejo passerete davanti a Las Dunas, dune di sabbia dorata che sembrano non finire mai e dove tornerete bambini facendovi rotolare giù dalle dune oppure semplicemente ammirarle e perdervi dentro passeggiando fino ad arrivare al mare. Passate un po' di tempo a rilassarvi al sole e a godervi le vostre vacanze.

Se volete visitare Corralejo fate una passeggiata nell'area pedonale che porta al piccolo porticciolo, magari vi fermate per un caffè sul lungomare  e tornate poi in viaggio verso l'entroterra. Da Corralejo infatti si prende la strada direzione La Oliva, passerete prima da Villaverde, caratteristico paesino che si sviluppa interiormente con case rurali e appezzamenti di terreno ben curati. A La Oliva potrete visitare la "casa de Los Coroneles"  (la casa dei Colonnelli) per poi proseguire sempre sulla stessa strada per dirigervi verso Tindaya. La strada è molto suggestiva, prendete il primo bivio grande dopo la salita e scendete verso la montagna di Tindaya su cui però non si può salire.

Proseguite nell'entroterra per tutti i paesini, uno via l'altro per poi prendere il bivio verso Llanos de la Concepciòn che vi condurrà a Los Molinos. Qui c'è un ristorantino per rifocillarsi e una delle poche spiagge di sabbia nera di Fuerteventura.L'ultima tappa che non può mancare prima di risalire a Cotillo, è di scendere ancora qualche centinaio di metri sulla stessa strada e prendere il bivio per Aguas Verdes. Fate attenzione perchè l'indicazione è molto piccola, si trova subito dopo ad un bar e dovrete percorrere una strada che inizialmente è asfaltata e poi diventa sterrata ma ben tenuta, da cui si scorge il mare. Arriverete a una spiaggetta di ciottoli neri, ma il vero paradiso è dietro, non si vede dall'alto ma scendendo sulla spiaggia vi renderete conto che ci sono degli scogli. Addentratevi e scoprirete davanti a voi delle piscine naturali formate nella roccia dove sarà un incanto farsi il bagno accompagnati solo dal rumore delle onde. Con l'alta marea purtroppo le piscine sono meno suggestive, vi consigliamo di controllare la tavola delle maree organizzando l'escursione.

Dopo il bagno nelle jacuzzi naturali è' il momento di risalire fino a Cotillo. Percorrete la stessa strada, a La oliva seguite in direzione Corralejo e prendete il bivio per Cotillo. Passerete prima per Lajares, fermatevi a fare merenda se avete fame perchè il paesino è suggestivo e i dolci biologici sono da provare! Arrivati a Cotillo, andate in fondo alla strada per ammirare il porticciolo, seguendo sulla stessa via vi troverete a destra una spiaggia stupenda e chilometrica. Avvicinatevi con la macchina facendo attenzione perchè la strada è sterrata. Ci sono sentieri per scendere a piedi dalla scogliera fino al mare e godersi un bagno tra le onde, oppure una passeggiata ammirando le acrobazie dei surfisti.

Se si sta avvicinando l'ora del tramonto spostatevi sull'altra spiaggia di Cotillo, quella de Los Laguitos, ritornando sulla strada principale e andate verso ovest. Vi troverete in una baia dove l'acqua è cristallina, il mare molto calmo, adattissimo per i più piccoli e da questa spiaggia bianca potrete ammirare uno dei tramonti più belli di Fuerteventura! Cotillo è molto bella da visitare e consigliamo di fermarvi a cenare al porto vecchio prima di tornare a casa.

Case in AFFITTO

Social Bookmarks

Twitter Facebook flickr RSS-Feed

dermawand